Effetto open day

IMG_4501

Quello di ieri, 22 novembre, a scuola è stato un grande open day.

Abbiamo vissuto la possibilità di mostrare come, nel lavoro di ogni mattina, si può scoprire che ciò che studiamo ha un significato, suscita stupore e può essere affrontato con gusto.

Erano con noi tre nostri ex allievi, che ci hanno raccontato ciò che di più prezioso hanno portato con sé dagli anni del liceo.

Luca, che ora occupa un posto di responsabilità in una compagnia multinazionale, ha detto di una grande attenzione che gli insegnanti gli hanno dimostrato, dandogli delle possibilità che gli hanno permesso sempre di dare il meglio di sé. Gianluca, studente di Economia e founder di una app diffusa e riconosciuta nel mondo universitario, ha fatto riferimento alle molte proposte extra-scolastiche cui ha partecipato e che hanno contribuito a crescere il lui lo spirito di intrapresa e il giudizio critico sulla realtà. Anna, studentessa di lingue slave, ha infine mostrato che la passione che oggi caratterizza il suo approccio alle cose le è stata trasmessa dai suoi insegnanti e che ha imparato una cosa davvero preziosa: dentro ciò che si studia c’è sempre qualcosa per sé.

 

Li ringraziamo davvero per aver subito accolto il nostro invito: ci hanno mostrato una intelligenza della realtà e che, impegnandosi con le cose, è possibile crescere e costruire.

Le mostre, poi, allestite da ogni classe, le esperienze di laboratorio preparate per spiegare quanto si studia in scienze e fisica, gli “scatti di bellezza” esposti come esempio di ciò che nella nostra scuola è possibile coltivare come interesse, hanno coinvolto e colpito i ragazzi e le famiglie che hanno partecipato alla giornata per conoscere la nostra esperienza di scuola.

Immensamente grati, oggi torniamo in classe con ancora più fiducia e desiderio di scoprire quanto di bello c’è nella realtà.