Le nostre scuole al convegno Europeo Ecnais

Le Scuole Romano Bruni di Ponte di Brenta sono state invitate da ECNAIS (European Council of National associations of Independent schools / Consiglio Europeo delle associazioni nazionali di scuole indipendenti) e da CdO Opere Educative alla conferenza annuale di ECNAIS che si è svolto a Roma, giovedì 20 e venerdì 21 aprile.

Il convegno ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di persone da oltre 40 paesi (dall’Unione Europea e extra EU) e si è svolto presso l’Hotel Holiday Inn Aurelia. La sessione iniziale di giovedì 20 mattina si è svolta presso Palazzo Montecitorio, alla presenza di rappresentanti delle istituzioni e della politica.

Il contributo del nostro istituto è stato presentato nella sessione di giovedì pomeriggio accanto a interventi di scuole da Danimarca, Spagna, Ucraina, Bulgaria e Olanda e ha avuto come contenuto lo sviluppo del tema della conferenza: “Modern soft skills in value based school programmes. The independent schools’ response to the challenge of improving the social and economic future of young people

Realizzato in cooperazione con CdO Opere Educative, che associa in Italia oltre 530 scuole paritarie di ogni ordine e grado e a cui le Scuole Romano Bruni sono associate, il convegno di ECNAIS, oltre a riflettere sul ruolo delle soft skills nella scuola, intende anche favorire il consolidamento delle scuole italiane paritarie, incoraggiandole a continuare nel loro ruolo di innovazione all’interno del sistema scolastico italiano.

Simon Steen, presidente di ECNAIS afferma: “E’ necessario che le scuole indipendenti, che in diverse nazioni europee soffrono per una adeguata mancanza di supporto da parte dello Stato, siano fedeli alla loro natura imprenditoriale e innovativa, attentamente focalizzate sul valore aggiunto che possono offrire a studenti e genitori“.

La proposta formativa delle scuole indipendenti -continua Steen- è fondata su valori che prendono origine dall’affermazione ideale della libertà di scelta educativa scolastica e dalla stimolante visione della autonomia della comunità scolastica”.

Tre autorevoli relatori da Italia e Spagna (prof Giorgio Vittadini, prof.ssa Caterina Calsamiglia e prof.ssa Luisa Riboldi) hanno guidato i partecipanti ad un approfondita comprensione delle soft skills e al bisogno di inserirle compiutamente nelle attività e programmi scolastici. Non come sostituti di quelle che sono le tradizionali competenze e conoscenze, ma come necessario arricchimento per uno sviluppo orientato al futuro dei giovani, per la formazione di personalità mature e cittadini attivi.

Le Scuole Romano Bruni sono state rappresentate a Roma dal Rettore, dott. Stefano Montaccini, dal Coordinatore didattico del Liceo scientifico Romano Bruni, prof Martino Frizziero e dalla prof.ssa Paola Migliavacca.

A questo link il testo della relazione presentata dalle nostre scuole.

Le nostre scuole a Montecitorio