Un nonno partigiano. Storie di guerra.

Gabriele Poci (a destra nella foto), riceve un riconoscimento dal Sindaco di Venezia Brugnaro

La testimonianza è il modo più semplice è immediato di far vivere la storia. Così è accaduto per le classi terze martedì 24 aprile vigilia del giorno della  Liberazione.

I nostri alunni hanno ascoltato la testimonianza di Gabriele Poci, nonno di un’alunna, che diventò partigiano non ancora quattordicenne.

Nel 1944 Si è unito ai partigiani, mosso dagli orrori della guerra e con in cuore il desiderio di libertà.

Un giovanissimo Gabriele Poci, in divisa da partigiano

Il “bocia” (ragazzo) della Brigata Fontanot