RISULTATI INVALSI LICEO BRUNI

Come va la scuola in Italia. E la nostra?

La recentissima pubblicazione degli esiti delle prove INVALSI 2022, oltre a scatenare le varie considerazioni in merito all’andamento della scuola in Italia, ha permesso a tutti gli istituti di paragonarsi con i dati nazionali e regionali per meglio comprendere quali sono i livelli di apprendimento raggiunti dai propri studenti.

Le prove INVALSI intendono misurare il livello di apprendimento di alcune competenze fondamentali, indispensabili per affrontare tutte le discipline, ma in generale per continuare la formazione dello studente. Le prove sono preparate sulla base delle Indicazioni nazionali e delle Linee guida del Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca, in cui sono descritti i traguardi che gli studenti devono raggiungere nei vari step formativi (scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado).

L’ultimo step formativo testato da INVALSI è l’ultimo anno della scuola superiore e le prove sono proposte in Italiano, Matematica e Inglese (reading e listening). Le prove si svolgono negli ultimi mesi dell’anno scolastico.

In Italiano e Matematica si identificano 5 livelli di apprendimento. I livelli 1 e 2 indicano il mancato raggiungimento degli obbiettivi minimi previsti, il livello 3 indica il raggiungimento degli obbiettivi di apprendimento, i livelli 4 e 5 sono considerati di eccellenza. In Inglese dovrebbe essere invece raggiunto il livello B2.

Al Liceo Bruni gli studenti dell’ultimo anno appartengono sia alla classe quinta del liceo tradizionale sia alla classe quarta del liceo quadriennale e le competenze testate hanno raggiunto in entrambe le classi livelli molto buoni.

In Italiano il 71% degli studenti del Bruni ha ottenuto i livelli 4 e 5. Nel Veneto, regione con performance di eccellenza in Italia, la percentuale è del 58,7%; nel Nord Est il 57,6%. Se si considera anche il livello 3 siamo al 97% dei nostri studenti contro l’88,4% del Veneto e l’87% del Nord Est.

In Matematica i livelli 4 e 5 sono stati raggiunti dal 91% degli studenti del Bruni contro l’81% del Veneto e l’81,3% del NordEst. Considerando il livello 3, il 100% degli studenti del Bruni ha raggiunto i livelli attesi, contro il 94,6% del Veneto e il 93,7% del Nord Est.

Molto buoni sono anche i risultati nelle prove di Inglese: nel reading (lettura) gli studenti del Bruni che hanno raggiunto il livello B2 sono il 97% contro l’89% del Veneto e l’87,9% del Nord Est. Nel listening (ascolto) il 94% dei liceali del Bruni raggiungono il B2, contro l’82,2% del Veneto e l’81,3% del Nord Est.

Il bilancio ci sembra quindi molto positivo dal momento che gli studenti hanno raggiunto ottimi livelli di apprendimento. In particolare è molto interessante che gli studenti della prima classe che ha concluso il percorso quadriennale hanno affrontato le stesse prove INVALSI dei loro compagni di quinta liceo, raggiungendo anche loro gli stessi livelli di apprendimento pur con un anno in meno di scuola.