La guerra a Gaza. Cosa pensare?

Mercoledì 20 dicembre 2023 si è tenuta al liceo Bruni una conferenza per guardare da vicino e comprendere meglio la guerra nella striscia di Gaza. Sono intervenuti due relatori d’eccezione: Ettore Soranzo (ingegnere italiano che ha vissuto per 25 anni in Terrasanta per servire prima un ospedale cattolico a Nazareth e poi la Custodia di Terrasanta a Gerusalemme) e Andrea Pin (Professore associato di Diritto pubblico comparato, Università degli Studi di Padova).

Nella loro relazione sono emersi alcuni elementi fondamentali per poter guardare bene la cruda realtà di questi giorni e per poter utilizzare un pensiero critico.

Prof. Pin ha spiegato le origini storiche e complessissime della questione di Gaza e del conflitto Israelo-Palestinese, ci ha fatto vedere come molte nazioni sono responsabili e partecipano a quello che sta succedendo provando a darci le proporzioni dei tempi, degli spazi e dei popoli implicati.

Dott. Soranzo invece ci ha testimoniato la vita che si vive in quelle terre facendoci avvertire l’umanità e la disumanità dei vari comportamenti, quale odio si infili tra le parti in gioco e come questo diventa violenza sia da una parte che dall’altra. Ha suggerito come sia vizioso il circolo della violenza che risponde ad altra violenza, al di là di chi ha ragione o meno. Questo circolo porta ad aberrazioni e a distruzioni continue. Ha concluso che solo un fattore diverso può spezzare questa catena, ovvero il perdono. Si tratta però di qualcosa che sembra davvero umanamente impossibile, perché segno di un amore nuovo e venuto nel mondo attraverso la presenza divina di Cristo.